Mauro Tassi


Vai ai contenuti

Ti ricordi quei giorni

Il mio mondo

Ti ricordi quei giorni?
Uscimmo dopo le canzoni per camminare piano.
Ti ricordi quei giorni?
Gli amici bevevano vino, qualcuno parlava e rideva,
noi quasi lontano
vicino a te, vicino a me
e ci parlammo, ognuno per lasciare qualcosa
per creare qualcosa, per avere qualcosa.
Ti ricordi quei giorni?
i tuoi occhi si incupivano, il tuo viso si arrossava
e ti strigevi a me nella mia stanza, quasi un respiro
poi mi dicesti: - Basta, perchč non voglio guardarti,
perchč ho paura d'amarti.
E dicesti, e dicesti, e dicesti...
Le tue parole quasi io non ricordo pių, ma nemmeno tu ricordi niente

Ora dove sei e che gente vede il tuo viso e ascolta
le tue parole leggere, le tue sciocchezze leggere
le tue lacrime leggere, come una volta?
Che cosa dici ora quando qualcuno ti abbraccia
e tu nascondi la faccia, e tu alzi fiera la faccia
e guardi dritto in faccia
come allora?
qui un poco piove, e un poco il sole; aspettiamo ogni giorno
che questa estate finisca
che ogni incetezza svanisca...
E tu?
Io non ricordo pių che voce hai.
Che cosa fai?
Io non credo davvero che quel tempo ritorni ma ricordo quei giorni

Home Page | Il mio mondo | Le mie foto | Link | Contatti | Il libro degli Ospiti | Mappa del sito


Oggi č e sono le: Ultimo aggiornamento:28 giu 2009 | info@maurotassi.it

Torna ai contenuti | Torna al menu